Chi siamo

sos-musicisti-logo-senza-scritte

CHI SIAMO

SOS MUSICISTI è una associazione nazionale rappresentativa di musicisti e cantanti
senza distinzione di genere musicale, ambiti artistici o professionali.

I NOSTRI OBIETTIVI

  • Proporre riforme per migliorare le attuali normative dello spettacolo, in particolare quelle del sistema previdenziale (exEnpals), notoriamente obsolete, complesse all’inverosimile, foriere di ingiustizia sociale e con riflessi negativi persino sulla cultura stessa dell’arte della musica.
  • Sensibilizzare i musicisti, sia professionisti che semiprofessionisti e amatoriali, affinché approfondiscano la conoscenza delle obsolete attuali normative e prendano coscienza della urgente necessità di riforme.
  • Supportare le innumerevoli scuole di musica non pubbliche, il più delle volte promosse da musicisti professionisti altrimenti disoccupati o sottoccupati, affinché ottengano dalle istituzioni quelle necessarie agevolazioni fiscali e previdenziali che, a fronte degli scarsi rientri economici dalle rette, consentano loro di operare nel rispetto della legalità.

COSA NON SIAMO

  • NON siamo un sindacato perché la musica è un’arte e come tale il comparto dei musicisti non è costituito solo da professionisti e semiprofessionisti, ma anche da amatoriali che hanno il diritto costituzionale di esprimere la propria libertà artistica attraverso la musica, mentre i sindacati sono entità associative che tutelano esclusivamente gli interessi, soprattutto economici, dei lavoratori.
  • NON siamo una cooperativa né una agenzia di spettacoli, quindi, non  facciamo da intermediari tra i committenti di spettacoli e gli artisti.
  • NON facciamo consulenza sul lavoro, ma diamo consigli per risolvere al meglio le problematiche legate alle normative complesse di cui al primo punto del paragrafo precedente.

PER CONCLUDERE:
OCCORRE PRENDERE ATTO CHE
NON ESISTE UN COMPARTO PIU’ FRAMMENTATO 

  • Sotto il profilo tecnico strumentale: cantanti, pianisti, chitarristi, violinisti, ecc.
  • Per genere musicale: classico, pop, jazz, musica da ballo, ecc.
  • Per collocazione operativa: professionisti, semiprofessionisti, musicisti amatoriali, insegnanti, studenti e tecnici.

Nella consapevolezza che queste innumerevoli diversità rendono non facile l’efficienza di una associazione di categoria, occorre fare tutto il possibile per aggregare tutte le figure, anche quelle contrapposte,
infatti, se è difficile capirci tra di noi, proviamo ad immaginare quanto lo potrà essere per i referenti delle istituzioni con cui dovremo confrontarci, referenti che il nostro mestiere lo conoscono dal di fuori: come spettatori!


ASSOLUTAMENTE DA EVITARE!

Palazzo Chigi e musicisti


Le criticità sono è stata esposte in questo documento