Chi siamo

sos-musicisti-logo-senza-scritte

CHI SIAMO

SOS MUSICISTI è una associazione su base nazionale, apolitica ed apartitica,
composta da cantanti e musicisti senza distinzione di genere musicale, ambiti artistici o professionali.

I NOSTRI OBIETTIVI

  • Proporre riforme per migliorare l’attuale sistema normativo dello spettacolo, notoriamente obsoleto e foriero di ingiustizia sociale.
  • Eliminare la burocrazia nelle esecuzioni musicali, in particolare dal vivo.
  • Sensibilizzare e supportare i musicisti affinché prendano coscienza delle problematiche legate all’attività di musicista professionista.
  • Regolamentare e promuovere il dilettantismo, affinché i rapporti tra gli amatoriali ed i professionisti possano coesistere senza contrasti o concorrenza sleale.
  • Valorizzare l’insegnamento della musica promuovendo maggiori tutele agli insegnanti ed alle scuole di musica.

COSA NON SIAMO

  • NON siamo un sindacato perché il comparto dei musicisti non è costituito solo da professionisti, ma anche da semiprofessionisti e amatoriali. I sindacati tutelano esclusivamente gli interessi (economici) dei lavoratori, mentre noi vogliamo proteggere anche gli interessi (non economici) dei musicisti che non sono lavoratori, ma che hanno tutto il diritto di esprimere la propria libertà artistica attraverso la musica.
  • NON siamo una cooperativa, non facciamo da intermediari tra i datori di lavoro ed i musicisti.
  • NON facciamo servizio di agenzia, non procuriamo serate o ingaggi.
  • NON facciamo consulenza, ma ci limitiamo a suggerire ai nostri iscritti, consigli e soluzioni per risolvere le varie problematiche legate al mondo dello spettacolo.

OCCORRE PRENDERE ATTO CHE
NON ESISTE UN COMPARTO PIU’ FRAMMENTATO 

  • Sotto il profilo tecnico strumentale: cantanti, pianisti, chitarristi, violinisti, ecc.
  • Per genere musicale: classico, pop, jazz, musica da ballo, ecc.
  • Per collocazione operativa: professionisti, semiprofessionisti, musicisti amatoriali, insegnanti, studenti e tecnici.

Nella consapevolezza che queste innumerevoli diversità rendono non facile l’efficienza di una associazione di categoria, occorre fare tutto il possibile per aggregare tutte le figure, anche quelle contrapposte,
infatti, se è difficile capirci tra di noi, proviamo ad immaginare quanto lo potrà essere per i referenti delle istituzioni con cui dovremo confrontarci, referenti che il nostro mestiere lo conoscono dal di fuori: come spettatori!


ASSOLUTAMENTE DA EVITARE!

Palazzo Chigi e musicisti


Le criticità sono è stata esposte in questo documento


Infine:
Perchè SOS MUSICISTI non può essere un sindacato in senso stretto,

I sindacati, per definizione, tutelano i diritti economici dei lavoratori, ma la musica è un’arte e gli operatori della musica possono anche non essere lavoratori.  
Ne deriva che non è possibile tutelare i diritti dei lavoratori in una settore che non ancora contiene una equa regolamentazione del dilettantismo.